TRUST

Se il trasferimento dei beni al “trustee” ha natura transitoria e non esprime alcuna capacità contributiva, il presupposto d’imposta si manifesta solo con il trasferimento definitivo di beni dal “trustee” al beneficiario e non può applicarsi il regime delle imposte indirette sui trasferimenti in misura proporzionale. L’imposta sulle donazioni e sulle successioni ha come presupposto..

Read more

CONFERIMENTO DELLA AZIENDA

Il concordato con continuità aziendale disciplinato dall’art.186 bi. L.F è configurabile anche quando l’azienda sia già stata affittata o sia destinata ad esserlo, rivelandosi indifferente la circostanza che, al momento dell’ammissione alla suddetta procedura concorsuale o del deposito della relativa domanda, l’azienda sia esercitata dal debitore o, come nell’ipotesi dell’affitto della stessa, da un terzo…

Read more

MANAGEMENT FEES

La Cassazione, dopo aver ribadito che spetta sempre al contribuente provare l’inerenza dei costi dedotti e la congruità degli stessi, in difetto di tale prova ha altresì riconfermato che, per quanto concerne i costi infragruppo, deve anche essere fornita la dimostrazione dell’utilità per l’impresa del servizio ricevuto a cui si riferisce il costo. Nel caso..

Read more

CESSIONE DELL’AZIENDA

È inammissibile la proposta concordataria la quale preveda l’acquisizione dell’azienda da parte di un soggetto determinato, evitando, mediante l’attuazione di un complesso percorso contrattuale, la gara con altri potenziali acquirenti prevista dalla norma di carattere imperativo contenuta nell’art. 163 bis l.fall.. La ratio del citato articolo 163 bis l. fall., introdotto dall’art. 2 del d.l…

Read more

DIRITTO TRASCINAMENTO

Le clausole di covendita (o drag-along) possono essere introdotte nello statuto di s.r.l. con deliberazione assunta con le normali maggioranze previste in tema di modifica dello statuto, purché tutti quanti i soci vengano a trovarsi nella medesima posizione rispetto all’evento futuro della cessione a terzi che dà origine al diritto di drag-along, con esclusione di..

Read more

CONTRATTO AGENZIA

L’inadempimento dell’agente dimissionario, verificatosi nel periodo di preavviso lavorato, non comporta l’insorgenza del diritto alla restituzione della relativa indennità in favore del preponente non inadempiente, che può recedere per giusta causa dal rapporto ancora in atto in quel periodo, e formulare la domanda di risarcimento del danno, assolvendo al relativo onere di allegazione e prova…

Read more

SOCIETA’

E’ lecito e meritevole di tutela l’accordo negoziale concluso tra i soci di una società azionaria, con il quale l’uno, in occasione del finanziamento partecipativo così operato, si obblighi a manlevare l’altro dalle eventuali conseguenze negative del conferimento effettuato in società, mediante l’attribuzione del diritto di vendita (c.d. “put”) entro un termine dato ed il..

Read more

CONTRATTO AGENZIA

In tema di indennità per cessazione del rapporto di agenzia, l’art. 1751 c.c., applicabile “ratione temporis”, ne individua i presupposti nel fatto che l’agente abbia procurato nuovi clienti al preponente o abbia sensibilmente sviluppato gli affari con quelli già esistenti e prevede, senza tipizzarla, che essa sia equa; la determinazione di tale requisito funzionale va..

Read more

COMPETENZA E GIURISDIZIONE CIVILE

Il regolamento preventivo di giurisdizione è ammissibile anche in pendenza del giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo, poiché l’adozione del provvedimento monitorio non costituisce decisione nel merito ai sensi dell’art. 41 c.p.c. (Cass. civ. Sez. Unite Ord., 21/09/2018, n. 22433)

Read more