AGENZIA – TRASFERIMENTO D’AZIENDA

  In tema di agenzia, in caso di trasferimento di azienda del preponente, la successione dell’acquirente nel rapporto in essere con l’agente non comporta, ex art. 2558 c.c., un automatico accollo cumulativo “ex lege” dei debiti anteriori all’alienazione, restando necessario, secondo l’art. 2560, comma 2, c.c., che detti debiti risultino dai libri contabili obbligatori, senza..

Read more

SOCIETÀ PER AZIONI

  Nelle società per azioni che non fanno ricorso al mercato del capitale di rischio, l’esigenza di evitare che l’acquisto di azioni proprie possa consentire una modifica del peso organizzativo delle partecipazioni all’interno dell’assemblea, a vantaggio di alcuni azionisti e a danno di altri, comporta che le azioni proprie dovranno venire in ogni caso computate..

Read more

VENDITA DI QUOTE CON OPZIONE DI RIACQUISTO

  In materia societaria, la vendita di una quota di partecipazione con opzione di riacquisto per un corrispettivo da quantificarsi secondo l’andamento della società al momento dell’adesione alla dichiarazione di offerta di riacquisto, diversamente dalla vendita con patto di riscatto, integra un contratto aleatorio in cui l’alea, che può interessare entrambe le parti, è insita..

Read more

RESPONSABILITA’ CIVILE – BANCHE

La banca negoziatrice chiamata a rispondere del danno derivato dal pagamento dell’assegno bancario, di traenza o circolare, munito di clausola di non trasferibilità a persona diversa dall’effettivo beneficiario – per errore nell’identificazione del legittimo portatore del titolo – ai sensi del R.D. n. 1736 del 1933, art. 43, comma 2, (c.d. legge assegni) è ammessa..

Read more

RISARCIMENTO DEL DANNO DA RITARDATA CONSEGNA DELL’IMMOBILE

Secondo la Suprema Corte, l’art. 1591 c.c. sui danni per ritardata restituzione dell’immobile nella locazione, prevedendo a carico del conduttore un’obbligazione risarcitoria che si sostituisce a quella contrattuale di pagamento del canone e che costituisce, pertanto, debito di valore, assicura al locatore danneggiato dalla ritardata restituzione una liquidazione automatica del danno, incentrata sulla presunzione secondo..

Read more

TITOLI DI CREDITO

Non implica novazione dell’obbligazione e del rapporto cambiario, in difetto di prova di una differente volontà delle parti, il rilascio di titoli cambiari a rinnovo di altri, potendo risolversi in una mera dilazione del pagamento, che quindi fa permanere l’efficacia giuridica dei vecchi titoli, con le relative garanzie, tra le quali l’eventuale avallo. Corte di..

Read more

IL CREDITO DEL PROFESSIONISTA E IL FALLIMENTO

Il credito del professionista che abbia assistito il debitore nella preparazione della documentazione per la proposizione dell’istanza di fallimento in proprio costituisce un credito sorto in funzione della procedura fallimentare e, come tale, è prededucibile ai sensi dell’art. 111, 2° comma, legge fallimentare, nonostante l’attività svolta dal professionista possa essere svolta personalmente dal debitore che..

Read more

11) IVA E MUTAMENTO DI DESTINAZIONE DEL FONDO

Il terreno edificabile, di proprietà e coltivato da un imprenditore agricolo, non rientra tra i beni strumentali da assoggettare a IVA in caso di cessione, se il medesimo ha acquisito una destinazione diversa (edificabile) da quella originariamente posseduta (agricola). L’operazione risulta, pertanto, irrilevante ai fini IVA per difetto del presupposto soggettivo, a condizione però che..

Read more

OBBLIGAZIONI E CONTRATTI – LEASING

In materia di risoluzione di leasing traslativo è sancita la piena liceità di clausole penali pattizie ex art. 1382 c.c., che prevedano l’irripetibilità dei canoni versati con detrazione, dalle somme dovute al concedente, dell’importo ricavato dalla futura vendita del bene restituito. Pertanto, le clausole penali che consentano alla società finanziaria di ottenere lo stesso utile..

Read more

SOCIETÀ A RESPONSABILITÀ LIMITATA – NULLITÀ DELL’ATTO DI CESSIONE DI AZIENDA

Il Tribunale di Roma statuisce la nullità dell’atto di cessione di azienda di una società a responsabilità limitata la cui conclusione non sia stata previamente decisa dai soci. La sentenza si discosta dai precedenti rinvenibili, che avevano concluso per l’inefficacia dell’atto o per l’annullabilità dello stesso, ponendosi invece in continuità con una recente ordinanza del..

Read more